Ecobioball: la nuova frontiera del golf a impatto zero

Con donnafugata | 14:41

Un singolo swing avviene in pochi secondi. L’impatto ambientale delle palline da golf tradizionali, così come tutto ciò che è realizzato in gomma e plastica, investe un arco temporale infinitamente più lungo.

Per uno sport così ‘verde’ una soluzione eco-compatibile era d’obbligo, soprattutto dato l’indiscutibile successo degli ultimi anni. Il numero dei tesserati a federazioni e golf club è in costante aumento. Nel 2011, in Italia hanno superato i 100.000 e in Europa sono diventati più di 4.000.000! La vacanza golf sta diventando molto più di un fenomeno di nicchia.

L’Ecobioball è la nuova pallina da golf completamente biodegradabile che, una volta finita in acqua, inizia a dissolversi divenendo un lauto pasto per pesci. Quest’innovazione ecofriendly è nata nel dipartimento di Bio-chimica dell’Università del Maine (USA) ed è già un successo!

La pallina scompare in soli 2 giorni. In 24 ore il tessuto esterno biodegradabile si decompone e in 48 ore, quello che resta, viene mangiato dai pesci.

La pallina è ricavata da scarti organici, derivanti dall’industria per la conservazione dei crostacei, con cui viene sintetizzato un polimero completamente solubile in acqua.

I vantaggi per l’ambiente non si esauriscono qui. Contrariamente alle candide palline da golf tradizionali, Ecobioball è giallognola perchè non possiede coloranti.

Un’altra caratteristica che la rende più competitiva è il prezzo, decisamente più economico. Un’altra buona notizia per gli appassionati? Le prestazioni rimangono ottime.

Con una pallina da golf biodegradabile al 100% fare buca non è mai stato così ‘green’!

 

Posta un commento

Il tuo indirizzo email è mai pubblicato né condiviso. I campi richiesti sono marcati con *

*
*