I 6 più rilassanti parchi cittadini europei

Con Tomaso Bonazzi | 9:00

Vonderl’s Park, Amsterdam

6 splendidi parchi urbani europei dove perdersi e spegnere tutti i dispositivi tecnologici. Dove è possibile leggere e sognare, sentire sulla pelle i cambiamenti della natura in autunno, lasciandosi alle spalle lo stress, il lavoro e le preoccupazioni quotidiane.

Una delle migliori città europee per gli amanti dei parchi è sicuramente Siviglia. Caratterizzata da un tripudio di viali lungo il fiume Guadalquivir, la città vanta numerose macchie verdi tutte collegate tra loro, tanto da rendere difficile distinguere la giungla urbana… da quella reale! Il più famoso parco urbano di Siviglia è il Parque de Maria Luisa. Gli ex-giardini del magnifico Palazzo di San Telmo furono donati dalla duchessa di Montpensier alla città nel 1893 e restano il posto preferito dai sevillanos dall’inaugurazione della grande Plaza de España nel 1929.

La vita a Milano è così frenetica e vivace, ma al tempo stesso chic e sofisticata, che per crederlo bisogna viverla in prima persona. Il Parco Sempione è decisamente il luogo dove riappropriarsi della realtà vera, con la suggestiva vista sul Castello Sforzesco da ogni angolo del parco. Si trova nel cuore della città meneghina ed è abbastanza vasto per permettere di nascondervi dalla carta di credito in lacrime dopo lo shopping nel vicino quadrilatero della moda.

Parque de Maria Luisa, Siviglia

Nonostante il clima imprevedibile, Berlino resta una città vibrante da vivere all’aperto. Afferrate dunque un currywürst (la versione locale dell’hot dog) e un bicchiere di caldo vin brulé e perdetevi nello scultoreo Friedrichshain Park, il parco più antico di Berlino, dove è possibile godere della migliore vista sulla città. Berlino è una città travolgente, dalla quale alle volte è necessario prendersi i proprio spazi… aperti! Per questo può essere una buona idea dirigersi verso il Tempelhof Park, uno dei più grandi parchi urbani del mondo, costruito sopra l’omonimo aeroporto. Sebbene di tratti ancora di un progetto in corso di realizzazione, il nuovo parco è stato ufficialmente inaugurato nel 2010, con le sue piste ciclabili e le aree di pattinaggio amatissime dai berlinesi.

E ora arriviamo a Parigi. Dopo una mattinata trascorsa tra musei e boulevard, deliziosi café e invitanti negozi, cosa c’è di meglio di un fumante cafe au lait d’asporto e le sinfonie cantate dagli uccellini di Parc de Bagatelle come colonna sonora del pomeriggio? Costruito in meno di tre mesi a seguito di una scommessa tra la regina Maria Antonietta e il conte di Artois, questo meraviglioso parco custodisce un castello, un delizioso giardino di rose e molti meno turisti rispetto ai blasonati Bois de Boulogne Park e Les Tuileries.

Giardino giapponese, Margaret Island, Budapest

Népliget (il Parco del Popolo) è il più grande parco della monumentale Budapest, pieno di statue e gioielli architettonici per commemorare il 100esimo anniversario dell’unione delle città di Buda, Pest e Óbuda. Tuttavia, il parco cittadino più rilassante della capitale ungherese è sicuramente Margaret Island. Sarebbero sufficienti i 2,5 km di spazio verde nel mezzo del Danubio, ma il parco vanta anche strutture per fare jogging, bagni termali, ristoranti e una fontana musicale dove la gente è solita incontrarsi. Il giardino giapponese e le sue adorabili tartarughe, inoltre, attraggono bambini e famiglie nei fine settimana.

C’è un parco ad Amsterdam che, oltre ad essere enorme e incantevole, risulta perfetto per rilassarsi e andare in bicicletta: Vonderl’s Park, con i suoi 47 ettari di prato verde, spazi aperti, impianti sportivi e stand gastronomici di ogni genere. Il parco prende il nome dal poeta e drammaturgo olandese Joost van den Vondel e fu costruito nel 1865 per soddisfare il desiderio dei cittadini di poter vantare un parco urbano aperto e imponente come Central Park a New York e Hyde Park a Londra.

 

Photo credit: Claudia Regina

Photo credit: Manuel Ramallo

Photo credit: Moyan Brenn

Hai appena letto una libera rielaborazione dell’articolo originale “6 Relaxing European City Parks”, presente nel blog internazionale di NH Hoteles.

 

Posta un commento

Il tuo indirizzo email è mai pubblicato né condiviso. I campi richiesti sono marcati con *

*
*