Il Carnevale di Venezia, tra maschere e spettacoli indimenticabili

Siete mai stati a Venezia? Se la risposta è negativa, cominciate a fare la valigia perchè questo è uno dei periodi migliori per visitarla. Il Carnevale di Venezia è uno di quegli eventi a cui si deve partecipare almeno una volta nella vita! Non c’è un altro Carnevale nel mondo a essere di classe, spettacolare e sfarzoso come quello della Serenissima.

Il Carnevale di Venezia è unico e la sua tradizione risale al XI secolo, anche se è stato dichiarato giorno festivo due secoli dopo. Il Carnevale di Venezia ha raggiunto la sua massima popolarità nel XVIII secolo quando è nata una delle feste più importanti del mondo con nobili che arrivavano da tutta Europa, Re e Regine, Principi e Principesse, desiderosi di scappare dalla realtà.

Nel XVIII secolo il Carnevale durava sei mesi, dalla prima domenica di ottobre all’inizio della Quaresima. Durante questo periodo qualsiasi veneziano poteva mascherarsi con un lungo mantello nero, chiamato “tabarro”, e con una maschera bianca, la “bauta”, e tutto era permesso, senza gerarchie sociali da rispettare, in modo che tutti potessero fingersi parte dell’aristocrazia e prendersi gioco dell’autorità. Con l’occupazione della città da parte dell’esercito napoleonico, il Carnevale fu bandito per paura dei complotti che potevano nascere in quei giorni.

Venezia si trasformava in una scenografia teatrale dove si recitavano commedie, si ballava, cantava e l’amore diventava il protagonista. Nel corso del tempo, il semplice costume in bianco e nero si è trasformato in qualcosa di completamente diverso, grazie alla creatività e all’immaginazione personale. Spesso i vestiti erano ispirati alla Commedia dell’Arte e la maschera più famosa era quella di Mattaccino. Con la Rivoluzione Industriale, il Carnevale perse la sua popolarità fino al 1979 quando un gruppo di veneziani recuperarono l’antica tradizione.

Se volete trasformarvi in aristocratici non è necessario travestirsi, quindi non preoccupatevi se non avete un costume adatto. La maggior parte dei turisti non si traveste e non indossa una maschera. Se l’atmosfera vi dovesse ispirare potrete comprare una maschera tipica nei negozietti veneziani.

Quest’anno il Carnevale si festeggia dall’11 al 21 febbraio. Siete pronti a viaggiare nel tempo?

 

Photo credits: 1) Giandomenico Ricci  2) Cuellar  3) .arzan

 

Posta un commento

Il tuo indirizzo email è mai pubblicato né condiviso. I campi richiesti sono marcati con *

*
*