Alla guida del nhow Milano Maria Dolores, la più stylish direttrice d’albergo

Con Tomaso Bonazzi | 9:00

Maria Dolores de Bethencourt, Direttrice di nhow Milano

Maria Dolores de Bethencourt è una donna manager “self-made” che, senza alcuna infarinatura della lingua italiana, si è imbarcata qualche anno fa nell’avventura di gestire questo nuovo ed esclusivo concept di ospitalità che ha fatto del nhow Milano quello che è oggi.

Ogni angolo del nhow Milano è unico, appena metti piedi all’interno dell’albergo, senti che c’è qualcosa di diverso. Architettura, design, musica e arte non sono solo elementi che si trovano appesi alle pareti o che intrattengono durante l’utilizzo dell’ascensione, non sono solo dei capricci extra, ma rappresentano l’anima dell’esperienza che si vive soggiornando al nhow Milano.

 

Che cosa significa lavorare al nhow Milano? Come riesce a ispirarti?

Ogni giorno è diverso ed eccitante al nhow. La bellezza di lavorare in questo hotel è rendersi conto quanto possono essere versatili i miei giorni. Quando sono arrivata al nhow, non ero un’esperta del mondo dell’arte. Oggi, posso dire con orgoglio di aver conosciuto di persona i migliori designer e artisti internazionali grazie al mio lavoro. Vivere a Milano e lavorando circondata dagli artisti è un’esperienza straordinaria alla quale difficilmente rinuncerei. E’ veramente stimolante perché le installazioni e le opere d’arte che ospitiamo sono sempre diverse e danno la possibilità di imparare a conoscere questo mondo.

 

Cosa rende il nhow Milano così speciale?

nhow Milano è come una scatola che riempiamo con contenutivi creativi che cambiano due volte l’anno (tre volte, in realtà, se si include anche l’appuntamento del Salone del Mobile). E’ un box dal carattere forte ma capace, allo stesso tempo, di ospitare i più diversi lavori artistici e di design. Quindi ritengo che ciò che rende il nhow così speciale è la sua capacità di mantenere una sua forte personalità riuscendo allo stesso tempo a cambiare continuamente. Facciamo in modo che i nostri ospiti si sentano i benvenuti e attratti dalle opere in mostra, specialmente grazie all’alto livello di qualità di servizio che offriamo.

 

Un ambiente di lavoro creativo influenza i lavoratori?

Assolutamente sì! Al nhow Milano usiamo l’arte per legare i diversi team di lavoro. Ogni giorno, specialmente ogni volta che si apre una nuova mostra –  e accade molto spesso – istruiamo tutto il nostro straff sui contenuti dell’esibizione. In questo modo, ogni membro del nhow è aggiornato su cosa stia succedendo in albergo ed è in grado di rispondere alle frequenti domande degli ospiti.

 

Cosa vi dicono i clienti sullo scenario artistico dell’hotel?

I nostri clienti amano il nhow, perché si divertono a scoprire gli unici ed eccentrici angoli che l’hotel riesce a offrire e apprezzano l’attenzione per ogni dettaglio.

Reception, nhow Milano

Che tipo di clienti si possono trovare al nhow Milano?

Soddisfiamo maggiormente clienti dal mondo del fashion e del design, ma abbiamo anche clienti business che hanno imparato ad apprezzare la nostra filosofia. Abbiamo anche il piacere di ospitare i cantanti italiani più trendy così come giornalisti, stilisti, designer, attori, sia nazionali che internazionali. Non potrei dirlo ma ho incontrato Brad Pitt, Edward Norton, Hilary Swank, John Malkovich, Rihanna… e tanti altri ancora!

 

C’è qualche chance di sapere che musica hai caricato sul tuo iPod?

Sono una grande fan della musica italiana! Mi piacciono molto i Negramaro ma confesso che la ragione di questa passione sta nel fatto che sono diventata amica di Giuliano Sangiorni, il leader del gruppo e uno dei nostri migliori clienti!

 

Qual è il tuo luogo preferito all’interno dell’hotel? E quello che ti ispira maggiormente?

E’ davvero difficile per me sceglierne uno… ogni angolo è speciale! Se proprio devo, dico i corridoi. Sono quelli originari della fabbrica General Electric, davvero larghi e lunghi e le colonne d’acciaio così belle. E’ importante far risaltare le luci, a seconda dell’orario, rispettando l’impatto energetico.

 

Che tipo di musica si trova al nhow?

La musica è una parte essenziale dell’ambiente del nhow Milano, come ogni altro elemento di questo hotel dal design unico. Per questo motivo non abbiamo della musica di background noiosa, ma una colonna sonora su misura, che offre una reale esperienza acustica. Durante il giorno, gli ospiti possono godere di una selezione musicale sofistica e cosmopolita, miscelata con ritmi elettronici rilassanti, melodie contagiose e parentesi jazz. Suoni eclettici ed eleganti allo stesso tempo che danno un senso di esclusività e di confort.

 

Posta un commento

Il tuo indirizzo email è mai pubblicato né condiviso. I campi richiesti sono marcati con *

*
*